What If Scenario

Spesso nella vita, nelle diverse situazioni personali e lavorative che siamo costretti ad affrontare quotidianamente, ci ritroviamo a pensare “Come cambierebbero le cose se… ?”.  Il più delle volte la domanda rimane senza risposta, quasi retorica, ma in particolari casistiche è  possibile fornirne una e, in una determinata circostanza è possibile avere non una risposta, ma bensì LA risposta. Conoscere esattamente come cambierebbero le cose conseguentemente ad una determinata decisione (Games&Decisions everybody).

Per coloro che vogliono migliorare il risk/return trade-off, rispettare il risk budget o semplicemente simulare alcuni scenari di rischio, il modulo di What If presente all’interno della soluzione SummaRisk permette di conoscere, in ogni istante, come cambierebbe la rischiosità di un determinato portafoglio se l’asset manager investisse in quel titolo piuttosto che in quell’altro, adottasse una strategia di copertura diversa, privilegiasse una valuta piuttosto che un’altra, e cosi via.

Il tool di What If dà l’opportunità, ad ogni utente, con pochissimi click, di effettuare svariate simulazioni sull’andamento del rischio di mercato di un portafoglio, eseguendo differenti modifiche alla composizione in essere.

Il sistema, veloce ed efficiente, riduce al minimo l’impatto della simulazione sul risk manager, risparmiando tempo prezioso per analizzare, confrontare e commentare i risultati ottenuti. Il focus si sposta quindi dal fare all’utilizzare. Importantissimo per mercati sempre più veloci e competitivi, dove il risparmio di risorse, di tempo (ma soprattutto di denaro) è sempre apprezzato.

Come funziona?

Case:

Consideriamo un portafoglio azionario costituito da 17 posizioni lunghe in azioni (multi-settore e multi-valuta) e una posizione in cash. Abbiamo optato per un portafoglio equi-pesato (a livello di simulazione dimostrativa è tollerabile) privo di copertura. Lanciando la simulazione il risultato ottenuto è stato di -2.58% (Value at Risk 5% su orizzonte 1 mese).

Aggiungendo una copertura (di tipo short call), su una delle azioni presenti in portafoglio, lasciando invariate le altre ipotesi, abbiamo ottenuto un calo dello stesso indicatore di circa il 7% (da -2.58% a -2.38% per il Value at Risk 5% su orizzonte 1 mese): ecco l’effetto che avrebbe avuto quella determinata copertura sul portafoglio.

To hedge or not to hedge? Ribilanciare il portafoglio non è mai stato cosi facile.

Il tempo impiegato per eseguire le simulazioni descritte (creando una composizione da zero) è stato inferiore ai 10 minuti. Un tempo brevissimo per un risultato importante, a livello di risk & asset management.

#innovation   #madeinitaly   #fintech   #marketrisk   #riskmanagement   #assetallocation   #riskadvisory